Legge 104, agevolazioni per le auto disabili e requisiti

Le principali agevolazioni di cui i disabili ed i loro familiari possono usufruire in ambito di trasporto a motore sono :

  • esenzione del pagamento della tassa di circolazione ( bollo auto), che spetta solo se il veicolo è intestato al soggetto disabile o ad un familiare del soggetto disabile, che risulti a fiscalmente a carico del disabile o viceversa.
  • esonero dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà di auto e moto (Ipt);
  • diritto alla detrazione Irpef del 19% , in dichiarazione dei redditi, della spesa sostenuta per l’acquisto di un auto per  il trasporto dei disabili. I beneficiari di tale disciplina di favore sono
  • i disabili con gravi limiti di deambulazione o affetti da  pluriamputazioni;
  • disabili con ridotte o impedite capacità motorie, in questo caso i veicoli devono essere appositamente adattati;
  • i disabili titolari dell’indennità di accompagnamento con handicap psichico o mentale.

La soglia fiscale per la detrazione del 19% va calcolata sul costo sostenuto per l’acquisto del mezzo nei limiti di 18.075,99 euro. Tale agevolazione spetta per un solo veicolo in un periodo di quattro anni a decorrere dalla data di acquisto.

  • IVA ridotta al 4% sull’acquisto del mezzo di trasporto solo se il figlio è a carico.

La Tabella A, parte seconda, n. 31, allegata al DPR 26 ottobre 1972, n. 633prevede che L’IVA al 4% si applica agli:

Lo sconto IVA (4% invece del 22%) si applica solo nel caso in cui ad effettuare l’acquisto sia un familiare di cui il disabile è fiscalmente a carico.

Succede spesso che vengano superati i limiti per essere considerati a carico nel corso dell’anno ed in tal caso sarà necessario versare l’imposta scontata dal concessionario in sede di acquisto. 

Nel caso in cui il soggetto acquirente non ha diritto ad usufruire dell’agevolazione IVA per l’acquisto auto con legge 104 dovrà versare la differenza d’imposta rispetto a quella del 4% applicata in prima istanza perciò dovrà comunicare alla Direzione Provinciale dell’Agenzia delle Entrate la decadenza dell’agevolazione per la perdita o la mancanza dei requisiti.

Va presentata istanza di interpello, secondo il modello contenuto nel n. 230 pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 12 luglio 2019 e l’Ufficio competente recupererà la differenza di imposta non versata mediante avviso di liquidazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...