Approvato Il Decreto Crescita è legge: tutte le novità

Il Senato approva la fiducia posta dal governo sul Decreto Crescita , il provvedimento diventa legge. “L’approvazione del  Decreto Crescita è il segnale di un Paese che fa sistema e rilancia l’economia. Agevolazioni e incenti fiscali per le imprese, promozione degli investimenti privati, tutela del made in Italy. Le misure per la riqualificazione edilizia ed energetica degli immobili, il Sismabonus potenziato sull’acquisto di case antisismiche, lo sconto immediato alternativo all’Ecobonus e una serie di incentivi che dovrebbero facilitare la vita a professionisti e imprenditori.       

   

Ecco in sintesi le principali novità.

RIAPERTURA ROTTAMAZIONE: Fino al 31 luglio si potrà aderire, pagando in un’unica soluzione al 30 novembre, o in 17 rate, la prima sempre il 30 novembre. Riaperto anche il saldo e stralcio.

TAGLIO INAIL STRUTTURALE MA SOLO DAL 2023: Il taglio da 600 milioni delle tariffe Inail diventa strutturale ma solo dal 2023, con un ‘buco’ nel 2022. L’Imu sui capannoni diventerà deducibile per intero dal 2023 e l’Ires sarà ridotta al 20%.

ECOINCENTIVI ESTESI A TUTTE MOTO, MICROCAR: Si amplia a tutte le moto, i motorini, le microcar e i ‘tricicli’ l’ecoincentivo per acquisti di elettrici o ibridi. Possibile rottamare anche i mezzi di “familiari conviventi” e i vecchi motorini ritargati.

PROROGA ISA E MORATORIA MULTE SCONTRINI: I versamenti legati agli Isa slittano al 30 settembre. Moratoria di sei mesi delle sanzioni sugli scontrini elettronici. Raddoppiano le chance di vincere alla lotteria degli scontrini per chi paga con carte e bancomat.

STRETTA TASSA SOGGIORNO E AFFITTI BREVI: I Comuni verificano le presenze per la tassa di soggiorno attraverso i dati forniti per la pubblica sicurezza. Stretta sugli affitti brevi, con i soggetti residenti in Italia e parte del gruppo responsabili della cedolare secca. Arriva anche il codice unico per tutte le strutture. Per chi non lo pubblica multe da 500 a 5000 euro.

RIMBORSI BANCHE RAPIDI SOTTO 50MILA EURO: corsia preferenziale per i rimborsi sotto i 50mila euro. Allentati i paletti di reddito e patrimonio per accedere al Fir, si amplia così la platea dei rimborsati. Sconto fiscale per chi investe in Eltif, i fondi di investimento europei a lungo termine. La Consob potrà fermare più facilmente i trader online abusivi, chiedendo agli operatori di ‘staccare’ la connessione internet.

‘SALVA-BANCHE’ SUD, SCONTI PER FUSIONI: incentivi per le aggregazioni, con una revisione della disciplina delle Dta, che diventano crediti fiscali fino a un massimo di 500 milioni per ciascun soggetto che partecipa all’aggregazione. Proroga fino a fine anno per la garanzia dei bond di Banca Carige.

COMPROMESSO SALVA-ROMA E SALVA-COMUNI: passa allo Stato parte del debito storico della Capitale (1,4 miliardi) e arriva un fondo ad hoc dove far confluire gli eventuali minori esborsi per rinegoziazione dei mutui da parte dell’attuale Commissario al debito di Roma, che serviranno per i debiti delle città metropolitane. Aiuti per Alessandria, Catania e Campobasso.

SCIVOLO AZIENDALE, VIA 5 ANNI PRIMA: ‘Contratto di espansione per le aziende con più di 1.000 lavoratori. Potranno licenziare i più anziani dando uno ‘scivolo’ fino a 5 anni dalla pensione. Si potrà anche ridurre l’orario agli altri e in cambio assumere.

BONUS ASSUNZIONI A ‘MECENATI’ SCUOLE: sconto di 1 anno sui contributi per le assunzioni di diplomati delle scuole superiori a chi dona almeno 10mila euro per ammodernare i laboratori.

MINI-TASSA ANCHE A SPORTIVI, FLAT TAX PENSIONATI PER 9 ANNI: calciatori e sportivi professionisti potranno pagare le tasse sul 50% del reddito ma senza maxisconto per chi si trasferisce al Sud. Sale da 5 a 9 anni la flat tax al 7% modello Portogallo per i pensionati che si trasferiscono nel Mezzogiorno.

INCENTIVI PER LA VALORIZZAZIONE EDILIZIA : Fino al 31 dicembre 2021, le imprese di costruzione o di ristrutturazione immobiliare che acquistano interi fabbricati per demolirli e ricostruirli, anche con variazione volumetrica, o per effettuare interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, per poi rivenderli entro i successivi 10 anni, pagheranno l’imposta di registro e le imposte ipotecaria e catastale nella misura fissa di euro 200 ciascuna. L’edificio dopo i lavori dovrà essere conforme alla normativa antisismica e classificato in classe energetica NZEB, A o B.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...